Vai al contenuto

Vela, uno sport antico più di 2 millenni – Emanuele Ganci

Nel passato tante persone si avventuravano per mare e oltre i tradizionali remi, potevano solo usare la vela per navigare e se il vento era contrario e la barca non riusciva ad avanzare? oppure se la corrente era troppo forte tanto da avanzare come si riusciva ad arrivare a destinazione?

Vela

La vela

La navigazione comprende: Vento, correnti, pressione atmosferica, temperatura, astronomia e carteggio. Avere le conoscenze adeguate su questi argomenti e altri correlati (es. motori), ci permette di godere a pieno in buona sicurezza le nostre uscite in barca a vela.

La Rosa dei Venti e le Andature

La rosa dei venti nasce al centro del Mar Mediterraneo, ci sono due ipotesi riguardanti il luogo della nascita della rosa dei venti, il primo luogo è a Malta e il secondo è l’isola di Cipro.

La Vela

Consideriamo che per esempio ci troviamo nell’isola di Malta e spira un vento da Nord, questo potremmo chiamarlo benissimo Tramontana oppure col suo rilevamento corrispondente a 0° che sabbiamo sono equivalenti a un rilevamento di 360°. Quando il vento spira da questa direzione è molto freddo.

Continuando in senso orario abbiamo:

  • il Grecale, rilevamento di 45°, Nord-Ovest.
  • Ponente, Rilevamento 90°, direzione Ovest.
  • Scirocco, rilevamento 135°, direzione Sud-Ovest.
  • Mezzogiorno o Ostro, Rilevamento 180°, direzione Sud.

In mare è molto utile conoscere la direzione del vento, soprattutto con la vela. Nelle manovre correnti sono le scotte che servono per regolare la cazzata o la lascata delle vele al fine di avere l’opportuna andatura. Le andature si distinguono in andature aereo-dinamiche : Bolina, Bolina larga, Traverso. E in andature portanti: Lasco, Gran Lasco e Poppa.

Vela

La pressione

questa pressione è data dalle particelle d’aria presenti nell’atmosfera che esercitano su di noi una forza applicata verso il basso. E questa pressione può variare secondo la legge del Caos da vortici di alta pressione a bassa pressione e vice versa. La pressione media corrisponde a 101325 Pascal e se nella vostra zona avrete un valore maggiore rispetto a quello sopra riportato allora sarete in alta pressione, altrimenti se il valore scenderà al disotto vi troverete in bassa pressione.

Le linee di uguale pressione atmosferica si chiamano isobare, da non confondere con le isobate che corrispondono alle linee di uguali profondita.

Agitazione del mare

Può capitare di uscire con delle buone condizioni atmosferiche; una bava di vento e mare calmo. Solo che le stesse condizioni possono variare ed esistono rispettivamente 2 scale di misurazione per il vento e per lo stato di agitazione del mare: Beaufort e Douglas.

È sempre importante verificare che le condizioni meteo non mettano in pericolo la vita delle persone durante la navigazione e che non compromettano lo stato dell’unita da diporto. Le previsioni meteo non sono sempre attendibili, raccomandata la massima prudenza.

Il carteggio

Il carteggio è una delle parti fondamentali prima di cominciare la navigazione è utile tracciare la rotta da seguire sulle apposite carte nautiche per essere a conoscenza della variazione dell’angolo fra la prua e il Nord. Il Nord non é uno solo bensì può variare in base alla posizione geografica in cui ci troviamo (declinazione), e alla “deviazione” comportata dai ferri di bordo.

Declinazione e Deviazione possono variare verso Est o Ovest.

L’articolo finisce qui, spero che l’articolo vi sia stato utile. Se volete tornare alla homepage cliccate pure qui. Se sei interessato a visitare: L’isola di Vulcano o Scilla. Cliccaci sopra, ti rimanderà su un articolo correlato. Invece sulla vela ti rimando su wikipedia.

Categorie

Sport, Turismo, Vela

Tag

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: